2 - Attrazione talenti stranieri

Attrazione talenti stranieri

Sulla base dell’esperienza maturata da altri Paesi europei, la proposta si concentra sull’attrazione da parte delle Università e si collega ai modelli tedesco (Daad, Bafog) e catalano (Icrea) dell’Agenzia che svolge funzioni per la promozione e il sostegno concreto del brain circulation. L’Agenzia deve essere collegata ad enti pubblici e sue articolazioni preesistenti (e. MIUR, ANVUR, CNR).

Le Funzioni dell’Agenzia devono contemplare:

  • - job position with tenure per faculty internazionali (arruolamento nell’organico universitario);

  • - assistenza a studenti stranieri prima (informazione strutturata a livello nazionale su offerta formativa) e dopo (burocratica, sanitaria, mini-job, linguistica);

  • - valorizzazione dell’indicatore n. studenti stranieri attratti come parametro di finanziamento per le università ed erogazione incentivi;

  • - quote (posizioni temporanee) di stranieri per dottorati (esistente), postdoc e visiting professor; omogeneizzazione procedure riconoscimento titoli accademici.

torna in home

2 - Attrazione talenti stranieri

Attenzione alla parità

Tutto giusto, ma secondo me bisogna comunque fare attenzione a non creare categorie diverse per italiani e stranieri, cioè posizioni che penalizzino o gli uni o gli altri.
Provocatoriamente, direi no alle quote, che siano tricolori, rosa o altro...
#Balduzzi_italents

Voting

1 vote
Active

2 - Attrazione talenti stranieri

Youth Goodwill Italian Ambassador

L’associazione ITalents intende proporre al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Italiana un progetto volto ad aumentare e stimolare l’attrazione e la circolazione dei talenti in territorio italiano. La proposta trae spunto dalla esperienza diretta in una posizione analoga ricoperta in Danimarca da Dario Sacchetti, membro di ITalents.
-
--------------------------------
ITalent e meeting Nola
--------------------------------... more »

Voting

1 vote
Active