3 - Valorizzazione dei talenti italiani all’estero

Riforma dell'AIRE

Lo strumento dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE) è oggi pochissimo conosciuto e sfruttato dalla nuova emigrazione (nonostante iscriversi sia obbligatorio). Si stima che almeno la metà dei nuovi emigranti non si iscriva (perdendo di fatto la possibilità di essere localizzato come talento all'estero e valorizzato).

 

Alcune proposte:

- lancio di una piattaforma on line per l'iscrizione immediata quando si esce dall'Italia con intento di studi o lavoro (includendo cosi' anche gli Erasmus et similia)

- immediatezza dei benefici collegati all'iscrizione all'AIRE (esercizio del voto, accesso ai servizi consolari specifici)

- effetti considerati negativi (perdita del medico di base, IMU/TASI come seconda casa se residente all'estero) attivi a partire dal terzo anno (il terzo anno è considerato lo spartiacque, a seguito del quale raramente si rientra in italia).

 

Che ne pensate?

 

#MariaChiara_Exbo

Tags

Voting

1 vote
Active
Idea No. 34