2 - Attrazione talenti stranieri

Youth Goodwill Italian Ambassador

L’associazione ITalents intende proporre al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Italiana un progetto volto ad aumentare e stimolare l’attrazione e la circolazione dei talenti in territorio italiano. La proposta trae spunto dalla esperienza diretta in una posizione analoga ricoperta in Danimarca da Dario Sacchetti, membro di ITalents.

-

--------------------------------

ITalent e meeting Nola

--------------------------------

L’idea è nata nell’incontro “Meetalents 2013” ed è stata discussa come proposta per due gruppi di lavoro: “Politiche per favorire l’attrazione di talenti stranieri” e “Politiche per la circolazione dei talenti italiani”.

-

--------------------------------

YGWA in DK

--------------------------------

Dario ha studiato e lavorato in Danimarca dal 2010 al 2013 ed ha partecipato al progetto pilota YGWA Corp (Youth GoodWill Ambassador Corp) durante il primo anno dell’esperienza danese. Il progetto YGWA ha superato la fase di start-up e sta continuando a operare a pieno regime. Il YGWA Corp è un network di 200+ studenti internazionali di talento provenienti da 50+ nazioni, avente lo scopo principale di pubblicizzare la Danimarca come una destinazione attrattiva per studio e per lavoro. Ulteriori fini del YGWA Corp sono l’incremento di talenti internazionali su suolo danese, accorciare il gap tra aziende danesi e professionisti internazionali, far conoscere la Danimarca all’estero come una nazione avente una forte economia basata sulla conoscenza e formazione internazionale.

Per raggiungere i propri obiettivi il YGWA Corp seleziona ogni anno circa 100 studenti internazionali che intraprendono un percorso di studi in Danimarca. Questi seguiranno un programma di sviluppo dei talenti, unico nel suo genere e gratuito, che li permetterà di conoscere, incontrare e dibattere con personalità di spicco della società e cultura danese, tra cui Ministri e amministratori delegati di aziende locali.

Una volta terminato l’anno di formazione ogni giovane ambasciatore farà parte di due gruppi: local ambassadors o global ambassadors; i primi sono gli ambasciatori che rimangono su suolo danese, mentre i secondi sono quelli che tornano al proprio Paese o si spostano in un altra nazione. Ovviamente i due gruppi hanno compiti diversi: i local coadiuvano i project managers del YGWA Corp per l’organizzazione di eventi/meeting e forniscono supporto locale ai global, mentre quest’ultimi hanno il compito di organizzare eventi informativi sullo studio/lavoro in Danimarca presso la propria università.

-

--------------------------------

La proposta Italiana

--------------------------------

La nostra proposta è quella di avviare una fase di start-up di un progetto simile al YGWA Corp per l’Italia. Tale fase di start-up beneficia del supporto di ITalents e di Dario Sacchetti, facente parte del YGWA Corp per l’Italia, che potrà avvalersi di una serie di best practices

già sperimentate in terra danese oltre a poter aprire un canale diretto con le associazioni ministeriali danesi che si sono rese promotrici di tale programma.

-

--------------------------------

Lo start-up

--------------------------------

La fase iniziale potrebbe vedere il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Italiana come ente principale, affiancato ad eventuali altri organi a livello regionale. Due risorse dovrebbero essere inserite per lo start-up del progetto con lo scopo di arrivare

all’inizio del prossimo anno accademico preparati per il primo anno pilota. Nessun altro budget dovrebbe essere allocato, se non quello per la gestione ordinaria dei lavori (eventuali spese di viaggio, supporto durante i meeting, etc).

-

--------------------------------

Chiusura

--------------------------------

Nonostante i cliche italiani siano risaputi nel resto del mondo, crediamo che l’Italia abbia tanto da poter offrire a talenti internazionali. L’avviamento di una attività come quella qui proposta aumenterà la conoscenza dell’eccellenza italiana nel mondo a costo pressoché nullo, oltre che a contribuire a rendere l’Italia un luogo attrattivo per futuri studenti stranieri.

L’attrazione di talenti è una prerogativa di ogni economia moderna: non solo crediamo che questo programma risponda precisamente a questo bisogno ma anche che lo faccia nei modi migliori e con i costi più bassi.

Tags

Voting

1 vote
Active
Idea No. 31